NOTO WEB

www.notoweb.it

SICILIA
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fiere del Turismo 2019

Noto Web
Pubblicato da in Notizie ·
Tags: fiera del turismo Noto
Fiere del Turismo 2019, il Val di Noto riparte con entusiasmo
Saranno 7 o 8, si valutano nuove opportunità: Zurigo e San Pietroburgo già sul taccuino

Noto, 22 novembre 2018
È già tempo di pensare al 2019 e di programmare la partecipazione alle più importanti fiere internazionali del turismo: ieri mattina a Palazzo Ducezio riunione esplorativa a cui hanno partecipato i rappresentanti dei comuni già coinvolti nel progetto ma anche quelli interessati a farne parte. L’idea di fondo è quella di abbattere le spese per la partecipazione alle fiere internazionali del turismo nel 2019 condividendo gli spazi, portando avanti una politica di promozione turistica condivisa di un territorio che abbraccia le province di Siracusa, Catania, Ragusa ed anche Caltanissetta.
Il calendario delle partecipazioni alle fiere internazionali è ancora in divenire e per essere ufficializzato deve prima essere definito il numero dei comuni che aderiranno al progetto. Ieri a Palazzo Ducezio erano presenti i rappresentanti di Siracusa, Avola, Palazzolo Acreide, Scicli, Ragusa, Modica e Militello di Val di Catania, ma ci sono già rapporti ben avviati anche con Piazza Armerina e Sortino.
A fare gli onori di casa, invece, c’erano l’assessore alla Cultura Frankie Terranova e l’assessore al Turismo Giusi Solerte, insieme con Tom Van Compernolle, imprenditore privato che ha il compito di coordinare le trasferte in giro per l’Europa e il Mondo.
«Stiamo ripartendo con grande entusiasmo dopo i risultati raggiunti negli ultimi anni – ha detto l’assessore Terranova – prevedendo anche di coinvolgere nuove città in questo ragionamento per la valorizzazione di un intero territorio che vuole fare squadra e presentarsi unito e coeso per intercettare i flussi turistici provenienti da più parti del Mondo».
In questo 2018 i comuni coinvolti nel progetto furono 4: Noto, Avola, Siracusa e Palazzolo Acreide. Lo stand unico fece tappa alle fiere di Utrecht (Olanda), Bruxelles (Belgio), Milano (Italia), Monaco di Baviera (Germania), Berlino (Germania), Parigi (Francia), Pechino (Cina) e Tokyo (Giappone). Nel 2019 potrebbero essere inserite nuove tappe, come per esempio Zurigo (Svizzera) e San Pietroburgo (Russia).




"Il Femminicidio", Sala Gagliardi a Noto

Noto Web
Pubblicato da in Eventi ·
Tags: Il Femminicidiosala gagliardi Noto
Sala Gagliari a Noto




World Prematurity Day, la Fontana di Ercole illuminata di viola

Noto Web
Pubblicato da in Eventi ·
Tags: fontana ercole noto
 
Anche Noto partecipa alla campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione Pi.Gi.Tin di Siracusa
 
World Prematurity Day, la Fontana di Ercole illuminata di viola
 
Da ieri sera e fino a giovedì 22 novembre. L’assessore Solerte: «La grandezza di una comunità si misura anche dalla capacità di condividere principi e valori»
 

           Anche Noto partecipa all’8^ Giornata Mondiale della Prematurità (World Prematurity Day) in programma oggi. Lo fa illuminando di viola la Fontana di Ercole nell’omonima Villetta di piazza XVI Maggio.
 
           Da ieri sera e fino a giovedì 22 novembre, la Fontana resterà illuminata per aiutare a diffondere le informazioni relative alle campagne sulle nascite premature e su tutti i neonati che vengono ricoverati alla nascita in un reparto di Terapia intensiva neonatale, così da aumentare l’attenzione e la consapevolezza sull’argomento. È anche un modo per dimostrare la vicinanza alle famiglie che vivono esperienze simili: si stima, infatti, che nel mondo un bambino su 10 nasca prematuro.
 
           La campagna di sensibilizzazione è stata lanciata dall’associazione Genitori Piccoli Giganti in Terapia intensiva neonatale di Siracusa e da Vivere Onlus, coordinamento nazionale delle associazioni per la Neonatologia, in collaborazione con Efcni (European Foundation for the Care of Newborn Infants).
 
           «La nostra amministrazione comunale – spiega l’assessore al Turismo Giusi Solerte – ha aderito con convinzione e trasporto a questa campagna di sensibilizzazione promossa dall’associazione Pi.Gi.Tin. Non è la prima volta che la nostra città sposa iniziative di solidarietà sociale ed ogni volta lo fa con grande apertura e sensibilità verso tematiche di straordinaria valenza, nella matura consapevolezza che la grandezza di una comunità non si misura solo in risultati economici, culturali o turisti, ma anche attraverso la capacità di condivisione di principi e valori, sostenendo le famiglie che si trovano in situazioni difficili da affrontare».




“Il Borgo dei Borghi”, sabato Noto protagonista su Rai Tre

Noto Web
Pubblicato da in Notizie ·
Tags: borgo dei borghirai Noto
Alle 21.40 la trasmissione dedicata agli scorci più belli di Italia
“Il Borgo dei Borghi”, sabato Noto protagonista su Rai Tre
La conduttrice Camila Raznovich e il prof. Philippe Daverio a passeggio nel tardo Barocco
Noto, 8 novembre 2018
           Sabato sera Noto, il suo assetto urbano e il suo stile tardo Barocco saranno protagonisti della trasmissione “Il Borgo dei Borghi”, in onda su Rai Tre alle 21.40.
Le riprese sono state effettuate tra il 22 e il 25 ottobre, con la città che ha accolto la conduttrice Camila Raznovich e il prof. Philippe Daverio, storico d’arte.
           Noto non è tra i borghi in gara ma è stata scelta come location da raccontare e presentare al grande pubblico: Camila Raznovich e il prof. Philippe Daverio nella loro passeggiata in centro storico descrivono Palazzo Ducezio e la Basilica Cattedrale di San Nicolò aggiungendo aneddoti anche su altri simboli del tardo Barocco netino.
           Le riprese sono state coordinate dalla Film Commission del comune di Noto.
Nella foto la conduttrice Camila Raznovich e il prof. Philippe Daverio durante le riprese a Noto







Estate di San Martino a Noto

Noto Web
Pubblicato da in Eventi ·
Tags: San MartinoEstate San Martino a Notocrispelle e vino
L'estate di San Martino (11 novembre) è il nome con cui viene indicato un eventuale periodo autunnale in cui, dopo il primo freddo, si verificano condizioni climatiche di bel tempo e relativo tepore.
crispelle e vino
Il nome ha origine dalla tradizione del mantello, secondo la quale Martino di Tours (poi divenuto San Martino), nel vedere un mendicante seminudo soffire il freddo durante un acquazzone, gli donò metà del suo mantello; poco dopo incontrò un altro mendicante e gli regalò l'altra metà del mantello: subito dopo, il cielo si schiarì e la temperatura si fece più mite, come se all'improvviso fosse tornata l'estate.

Nelle nostra zona viene ricordata con le prelibatezze locali " Crispelle e Vino"






Torna ai contenuti | Torna al menu