NOTO WEB

www.notoweb.it

SICILIA
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Memoria è il respiro del Tempo

Noto Web
Pubblicato da in Cultura ·
Tags: francesco adragnasalvatore raudino

Con questa esortazione che dà il titolo alla mostra, Adragna vuole suggerire all’uomo di “imparare ad imparare dalla memoria degli errori della storia.
L’uomo di oggi non ha memoria storica e spesso torna a commettere gli stessi errori commessi in passato; se riuscisse a fare tesoro della memoria potrebbe evolversi verso un concetto di bene comune che eliminerebbe quelle sacche di povertà, dolore e ingiustizia che ancora flagellano il mondo”.
Quello che accomuna la fotografia di Raudino con la poesia di Adragna, è la ricerca della Verità attraverso l’osservazione della Natura quale unica testimonianza di autenticità assoluta su questa terra.
Alla domanda “La bellezza salverà il mondo?” li abbiamo sentiti rispondere “No! La bellezza è illusoria e ingannevole. Solo la Verità può farlo!” “La nostra verità è quella assoluta e non relativa” dice Adragna “La verità relativa di quel quadrato proiettato da una fonte di luce che illumina la faccia di un cubo non ci interessa; a noi interessa la Natura del cubo e la verità assoluta della luce”.
Le foto e i visi di Raudino rappresentano la Verità immortalando la Natura negli occhi di quegli uomini che ancora vivono in simbiosi con essa, continuando ad esserne parte integrante; ne scorgiamo la semplicità dei gesti che arriva fino alla “Natura delle cose”, la serenità e la semplicità della felicità del vivere. Anche nella poesia di Adragna leggiamo tra i versi la preponderante presenza della Natura che si rispecchia nel ritmo del giorno e della notte, della luce e del buio, riuscendo a sentire il battito del cuore del mondo e riuscendo, all’occhio dell’attento osservatore, ad entrare nelle immagini di Raudino fino a farle respirare. Ogni artista ha un messaggio che avverte l’esigenza di liberare. Raudino e Adragna vogliono ricordare all’uomo le proprie origini e da dove proviene e che, per mezzo di quella Libertà che sa riappropriarsi della Natura e del suo “essenziale”, è ancora capace di essere felice.






Voto: 5.0/5
Torna ai contenuti | Torna al menu