NOTO WEB

www.notoweb.it

SICILIA
Home Page
Vai ai contenuti

Menu principale:

L’IMPOSSIBILE È NOTO 100 CAPOLAVORI DEI MAESTRI DEL NOVECENTO

NotoWeb
Pubblicato da in Eventi ·
Tags: L’IMPOSSIBILEÈNOTO
   
  

Man Ray
Le violon d'Ingres
1929

NOTO, LA CAPITALE DEL BAROCCO
Noto è definita la "Capitale del Barocco". Nel 2002 il suo centro storico, insieme con le altre città tardo barocche del Val di Noto, è stato dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.
Le vie della città sono intervallate da scenografiche piazze ed imponenti scalinate che raccordano terrazze e dislivelli. L'unitaria ricostruzione ha prodotto un tessuto urbano coerente e ricco di episodi architettonici. Venne utilizzata la tenera pietra locale, di colore tra il dorato e il rosato, riccamente intagliata. La ricostruzione avvenne unitariamente sotto la guida del Duca di Camastra, che rappresentava a Noto il Viceré spagnolo.
Gli architetti attivi a Noto, Rosario Gagliardi, Vincenzo Sinatra e Paolo Labisi, si impegnarono nella realizzazione di architetture elaborate, con l'impiego di facciate concave (come nella chiesa del Carmine o in quella di San Carlo Borromeo al Corso), convesse (come la chiesa di San Domenico) o addirittura curvilinee, come nella torre campanaria del seminario.
Il barocco di Noto pervade l'intera città: gli elementi barocchi non sono isolati all'interno di un contesto urbano caratterizzato da diversi stili, ma sono collegati tra di loro in modo da realizzare quella che è stata definita la "perfetta città barocca".
IL CONVITTO DELLE ARTI – NOTO MUSEUM
Il Convitto delle Arti – Noto Museum ospita eventi culturali di grande livello e, negli anni, è diventato un punto di riferimento per l'arte. Il palazzo è un ex Collegio dei Gesuiti che segue alla Chiesa adiacente intitolata a S.Carlo. Viene edificata a partire dal 1730 probabilmente su progetto del famoso architetto dell’epoca Rosario Gagliardi. Il Convento segue l’andamento di quasi tutti gli edifici religiosi della città. Sfarzoso all’esterno e molto semplice all’interno. Alte mura e portoni ne garantivano l’accesso soltanto alla comunità, anche questo tratto caratteristico di tutti gli edifici religiosi a Noto.
Mostre ospitate:
Warhol è Noto” - 7 maggio | 8 agosto 2016
Marc Chagall, Ottavio Missoni. Sogno e colore” – 14 aprile | 5 novembre 2017
Picasso è Noto”. “Frida Khalo la rivoluzionaria – 28 marzo | 30 ottobre 2018

Se “Noto Città d'Arte” è il progetto che si declina nei luoghi, nelle emozioni e negli eventi, la “Noto card” sarà uno strumento che aiuterà e accompagnerà i visitatori nell'approccio a quel sistema integrato di rete museale e patrimonio monumentale che del progetto rappresenta una delle direttrici fondamentali. Ad un costo assolutamente accessibile, consentirà di beneficiare di una scontistica vantaggiosa nell'accesso ai musei ed ai luoghi d'arte: offrirà facilitazioni e servizi al visitatore ma anche un orientamento nei percorsi e negli itinerari. La Noto card, inoltre, ha lo scopo di migliorare l’offerta turistica e i servizi migliorando l’accesso, il coinvolgimento e la godibilità del patrimonio storico artistico e monumentale della Città.




Torna ai contenuti | Torna al menu